12 Ott 2018
5 (100%) 1 vote

 

Ormai il Coaching in questi ultimi anni ha assunto un certa popolarità. Sempre di più, questa professione, ha assunto notorietà e le persone cercano nel loro online Business Coach chi le possa aiutare a migliorare la propria vita professionale.

Il Business Coach è quella figura che ti permette di migliorare in modo eccezionale le tue performance lavorative e di raggiungere la soddisfazione personale in un arco di tempo molto inferiore rispetto a quello che impiegheresti sa solo.

Leggi di più Cos’è il Coaching

Con queso post voglio darti tutte quelle tecniche che ho imparato dai grandi del Coaching Internazionale e che hanno permesso a me di ottenere dei risultati imprenditoriali importanti e che ho trasferito ai miei di clienti di Coaching per raggiungere i loro.

È una guida completa di tutte le attività che ti consiglio di svolgere per potare raggiungere quei risultati di business che tanto stai cercando e che ancora non sei riuscito ad ottenere.

L’insuccesso professionale o aziendale infatti è molto spesso conseguenza di azioni non ben pensate perché prese senza aver utilizzato un processo coerente fin dall’inizio o momenti di verifica periodici per affinare e migliorare l’efficacia delle azioni intraprese.

Ho divisa questa guida in 3 macro aree su come un Business Coach può supportarti nelle decisioni:

  1. PER SCHIARIRTI LE IDEE
  2. PER MIGLIORARE LA PERFORMANCE DELLA TUA ATTIVITÀ
  3. PER FAR CRESCERE IL TUO BUSINESS

Ognuno di queste parti può essere approfondito in modo pressoché infinito ma ho voluto in questo post riassumere gli argomenti essenziali per poterti mettere in condizione di fare una riflessione generale dello stato della tua attività e poter individuare in quale area è più opportuno intervenire per migliorare il tuo business. Sarai tu infatti in base alla tua situazione propria del tuo business a comprendere meglio quali interventi è più opportuno fare.

Ogni business infatti è migliorabile e in base a dove è l’aspetto più debole potrai intervenire con le tue capacità e competenze o con l’aiuto di un Business Coach.

 1. UN BUSINESS COACH PER SCHIARIRTI LE IDEE

In questa prima parte vorrei che facessi un primo step per schiarirti le idee sul tuo progetto. Su qual’è il tuo progetto nel dettaglio e su quali risorse puoi contare per portare avanti i tuoi obiettivi. Se sei invece in una fase avanzata del tuo business allora ti servirà per approfondire se e come, ciò su cui lavorato fino ad ora, può essere migliorato.

Inizia con scrivere il tuo piano strategico personale

La base di partenza per scrivere un piano strategico personale è chiederti in cosa sei particolarmente capace. Prendi in considerazione su cosa sei veramente capace. Quali sono le tue attitudini eccezionali o in cui sei chiaramente superiore agli altri.

  Scarica gratuitamente la Roadmap “Diventa l’imprenditore che sei 

dalla home di questo blog che ti aiuta ad individuare i tuoi elementi distintivi su cui puoi costruire un tuo business.

Di tutte le responsabilità che devi affrontare nella vita, questa è una delle più importanti: identificare quella specifica area di eccellenza che può avere il più forte impatto positivo sulla tua carriera e sui tuoi risultati.

Per scrivere il tuo piano strategico devi soffermarti su queste semplici domande che servono a te per definire quali sono gli elementi su cui vuoi davvero costruire il tuo futuro professionale:

  1. Valori: Quali valori, virtù e qualità sono per te più importanti e vuoi che siano il fondamento della tua attività professionale o aziendale
  2. Vision: Immagina il tuo futuro lavorativa dei prossimi cinque anni. Come sarebbe se fosse esattamente come lo vorresti?
  3. Mission: Con quali modalità utilizzerai i tuoi valori per raggiungere la tua vision?
  4. Scopo: Qual’è lo scopo ultimo della tua attività. Con una frase tipico del mondo delle startup sarebbe: Qual’è il tuo contributo che vuole dare la tua attività per migliorare il mondo?

Individua esattamente di quale attività ti occupi

Dopo aver riflettuto sul piano strategico con cosa vuoi guadagnarti da vivere e con quali valori perseguire i tuoi obiettivi professionali è ora di iniziare col definire con precisione la tua occupazione.

Il primo passo è rispondere alla semplice domanda:           Di cosa ti occupi?

La risposta però non la dare con altrettanta semplicità. Dal livello di approfondimento della domanda dipende la reale comprensione del tuo business. Quando rispondi a questa domanda, infatti, è importante che pensi al senso più ampio della termine. Evita di fermarti alla prima risposta ma trovale nuove applicazioni, nuovi mercati e nuove definizioni.

Se J. Bezos di Amazon avesse pensato alla sua attività da come era partita e cioè una libreria online non avrebbe potuto sviluppare il suo business negli anni successivi vendendo online di tutto. Semplicemente perché ha considerato il suo business un grande portale di vendita di prodotti di tutti i generi online invece che ad una più riduttiva attività di vendita di libri.

Quando rispondi alla domanda: Di cosa ti occupi pensa a come i tuoi prodotti incidono sulla vita o sul lavoro di altre persone o aziende o a come interagiscono con esse. Pensa poi all’effetto o all’impatto che tu e i tuoi prodotti o servizi che fornisci all’azienda avete sui clienti interni ed esterni.

Scopri chi sono i tuoi concorrenti

Ogni attività ha dei concorrenti ed è importante che studi cosa fanno loro per ottenere i loro risultati. Io ho imparato a diffidare quando qualcuno mi dice che è un’attività del tutto nuova e che non ci sono concorrenti. Solitamente chi dice questo non ha esattamente inquadrato il proprio target.

Per ottenere risultati è determinante che conosci i tuoi concorrenti. Molti compiono l’errore di sottovalutare la concorrenza. Un competitor intelligente non disprezza la concorrenza, non ha niente da ridire su du essa, non la critica né la prende alla leggera. Al contrario, rispetta i suoi validi avversari e si dispone a studiarli e a imparare da loro.

Che cosa hanno fatto i tuoi concorrenti per ottenere qual livello di vendite? Cosa invece non ha funzionato secondo te in quella successiva attività promozionale? Come collocano i loro prodotti sul mercato? Perché i clienti acquistano da loro? In che modo offrono assistenza ai clienti? Qual’è la loro politica dei prezzi?

Una volta che hai approfondito le azioni e strategie dei tuoi concorrenti è arrivato il momento di porti delle domande sulla tua attività:

Cosa posso fare io meglio di loro?

Cosa ho capito dei clienti meglio di quello che non hanno capito loro?

Qual’è quel particolare tratto o capacità che solo tu possiedi e che conferisce valore o vantaggio ai tuoi clienti o ad altri nella tua organizzazione?

Sulla base di queste nuove consapevolezze sul tuo business è il momento di chiederti come utilizzerai la tua area di eccellenza per trarre vantaggio competitivo.

 

Scopri chi sono i tuoi clienti

La prima cosa da fare è distinguere tra clienti interni ed esterni.

Clienti interni: tutti coloro che in qualche modo dipendono dal tuo lavoro per fare bene il loro lavoro e quelli per cui dipendi tu dalla loro attività per la buona riuscita del tuo di lavoro. Sono quindi i tuoi collaboratori e il tuo staff, soci e anche i tuoi consulenti.

Clienti esterni: sono invece tutti coloro che comprano il tuo prodotto o servizio. La tua abilità di nell’identificare accuratamente questo tipo di cliente è l’essenza della di ogni elemento di una programmazione strategica.

Per individuare correttamente la tua clientela fatti le seguenti domande cercando di rispondere il più realisticamente possibile. Cercando, cioè, di trovare le risposte più sulla di base esperienze, più o meno dirette, che sulla base di semplici tue impressioni.

  • Cosa concretamente percepisce come “valore” il tuo cliente?
  • Quali sono i reali benefici che offrono i tuoi prodotti?
  • Cosa fa si che il tuo cliente si ritiene pienamente soddisfatto?
  • Come puoi migliorare il tuo prodotto sulla base delle attuali tendenze?
  • Per raggiungere il massimo livello del tuo campo, chi dovrebbe essere il tuo cliente?
  • Qual’è la categoria di cliente che non fa assolutamente per il tuo prodotto o servizio?

Individua le tue aree di eccellenza

Tu, come ognuno di noi,  possiedi dei doni speciali e delle abilità precise che ti distinguono da tutti gli altri. Sviluppare queste abilità è il modo per raggiungere tutti i tuoi obiettivi di vita.

I segnali per capire che stai utilizzando i tuoi doni sono:

  1. La tua performance non solamente buona ma eccezionale
  2. Provi una grande sensazione di compiacimento nello svolgere quella attività
  3. Sei stimolato e coinvolto nello svolgere quella attività
  4. Sei coinvolgente. Le persone sono contente di seguire le tue indicazioni e vogliono stati accanto
  5. Sei impegnato a migliorare continuamente la tua performance

Ti serve, per individuare, le tue eccellenze farti qualche domanda precisa come queste:

  1. In quale area non sei semplicemente bravo ma eccellente?
  2. Quale parte de tuo lavoro ti procura più gioia?
  3. Quali attività lavorative ti danno maggiore energia?
  4. Quali  azioni stai notando che influenzano maggiormente l’energia delle persone intorno a te?
  5. In quale area del tuo lavoro sei più desideroso di crescere
  6. Quali competenze doveva ricevere per fare parte di quella minoranza he cerca.
  7. Quali azioni ti impegni a fare per ciò di cui ti reso conto leggendo questo post.

Se vuoi approfondire questo argomento: Scarica Gratuitamente la Roadmap “Diventa l’imprenditore che sei”

Individua i tuoi limiti e poi eliminali

La Teoria dei limiti sostiene un concetto molto semplice:

Per ogni obiettivo o progetto, esiste almeno un limite critico che determina la velocità con la quale lo raggiungi

Cioè per portare avanti il tuo progetto velocemente devi individuare quali sono quegli elementi che impediscono il normale flusso di lavori e intervenire per eliminarli al più presto.

Considera che spesso l’atteggiamento delle persone è quello di considerare i limiti al di fuori della propria influenza. Che gli intoppi sono hanno una causa esterna e che quindi non dipende dalla nostra volontà poter risolvere i limiti.

Chiediti invece sempre Cosa puoi fare tu? per intervenire su quel limite e impegnati ad individuare tutte quelle azioni che sono nella tue sfera di influenza e vedrai che concentrandoti solo su questo riuscirai ad eliminare buona parte delle difficoltà.

2. UN BUSINESS COACH PER MIGLIORARE LA PERFORMANCE DELLA TUA ATTIVITÀ

Vediamo ora qualche suggerimento operativo per poter fare meglio il tuo lavoro. Semplici interventi nel modo do lavorare possono spesso

 

aiutare a migliorare molto i risultati della tua attività. Di seguito ti propongo quelli che secondo men sono i più efficaci e facili da mettere in pratica.

Prima pensa poi agisci

Nelle occasioni più svariate di vita e quindi non solo lavorative succede di farsi prendere dalla frenesia di compiere delle azioni per risolvere le urgenze. Alcune volte è un istinto irrefrenabile e c’è poco da fare. Altre volte però è semplice abitudine.

Prendi come consuetudine quella di riflettere alla situazione e agire solo qualche minuto dopo. Questa semplice abitudine spesso può portarti a risparmiare molto più tempo più avanti.

La legge di Pareto

Hai mai sentito parlare della legge di Pareto? Questo famoso sociologo ed economista italiano si è accorto di una relazione che esisteva tra la popolazione e cioè che il 20% della popolazione possedeva l’80% della ricchezza mentre il restante 80% divideva quel 20% di ricchezza restante.

Questa regola è applicabile in molti altri campi della nostra realtà lavorativa e non. Così 80% del fatturato è fatto dal 20 % dei primi nostri clienti e molto probabilmente 20% delle tue conoscenze influiscono sull’80% del tuo lavoro.

Anche per la gestione del tuo tempo vale la legge di Pareto. Così con il 20% del tuo tempo ottieni l’80% dei tuoi risultati lavorativi. Cosa puoi eliminare tra le tue attività per dedicarti a ciò che può darti maggiori risultati?

Individua quindi tutte le tue attività lavorative che fai durante la giornata dividendole tra ad Alto valore aggiunto e a Basso valore aggiunto e dedica consapevolmente più tempo a quelle che ti danno valore aggiunto.

Sulla gestione del tempo leggi anche:

Sii critico con le tue abitudini

Ti sei mai chiesto quante abitudini potresti eliminare dalla tua quotidianità che puoi eliminare? Siamo degli abitudinari. Non c’è niente da fare. Le abitudini non sono un problema perché ci aiutano a fare più cose senza pensare. pensa alla guida. Guidiamo per abitudine e molti dei movimenti ormai lo siamo talmente che non ci pensiamo neanche più.

Queste abitudini però ci permettono alcune volte proprio perché le facciamo senza più pensarci possono diventare inutili. Possono essere diventati inutili da fare perché ci sono altri modi di fare quelle stesse cose.

Per esempio siamo abituati a spostarci con le nostre macchine o gli aerei ma ti sei mai chiesto con l’utilizzo di internet e le varie applicazioni quali spostamento sono veramente necessari e quali invece sono benissimo sostituibili da una videochiamata?

Periodicamente quindi fai una verifica delle tue abitudini per individuare cosa puoi cambiare per migliorare il tuo modo di fare le cose e come puoi intervenire sul tuo prodotto o servizio.

Le domande che ti possono aiutare per questo genere di verifica sono:

  • Ci sono procedure che non dovresti usare più?
  • Esistono prodotti o servizi della tua offerta che non faresti più?
  • C’è un segmento di mercato che non dovresti fare più?
  • Ci sono canali distributivi che non dovresti più usare?

e se trovi qualche sì..

  • Come cambiarle?
  • Che prodotti faresti nuovi?
  • Quali nuovi segmenti di mercato?
  • Quali nuovi canali distributivi?

Delega quanto puoi

Delegare è la strada da percorrere per avviare un processo di crescita in azienda. Il mio post precedente Self-made man, non hai speranza! dico proprio quanto sia difficile gestire solo un impresa. Servono competenze e attitudini diverse in una organizzazione per poter fare bene. Ognuno deve concentrarsi in ciò che sa fare meglio.

Oggi si può delegare anche tanto alle tecnologia. I lavori di segreteria per lo più sono delegabili con software anche gratuiti. Anche molte attività di controllo attraverso rilevatori o segnalatori di diversa specie che ti informano quando qualcosa non va. Anche se non ti liberano completamente possono allegerire sicuramente il carico.

Poi c’è la delega tradizionale per la quale ti voglio indicare tre principi chiave:

  • Focalizzati su ciò che è ad alto valore aggiunto e che sai fare meglio e delega il resto: il tempo è una risorsa scarsa e più crescerai con la tua attività più avrai la necessità di dedicare il tempo sugli aspetti più delicati e che determinano il risultato in azienda più di altre attività. Lasciarsi distrarre da aspetti meno importanti è un rischio. Concentrati su ciò che sai fare e che fa la differenza.

 

  • Definisci il compito in modo chiaro: Il modo migliore per lavorare con una persona a cui deleghi del lavoro e essere chiari sul compito. È meglio per te perché sai cosa farà e cosa non ti devi aspettare e meglio per la persona a cui deleghi perché sa meglio cosa deve fare. Dare alcune modalità è importante e dipende quanto la persona ha esperienza per il compito che hai assegnato ma la chiarezza secondo me è soprattutto sul risultato che ti aspetti.  Per questo dai un obiettivo misurabile oggettivamente.

 

  • Controllo: C’è una bella differenza tra delegare e abdicare. Delegare non significa liberarsi completamente una attività e non interessarsi più. Il tuo ruolo impone un controllo periodico ed essere disponibile per ogni necessità.

 

3. UN BUSINESS COACH PER FAR CRESCERE IL BUSINESS

Per sopravvivere una attività deve essere capace di produrre reddito. Il secondo aspetto fondamentale diventa poi saper spendere il reddito prodotto. Ma senza la prima fase ogni altra attività diventa impossibile.

Un business per produrre reddito deve essere capace di vendere e deve strutturare l’azienda affinché possa sfruttare tutte le opportunità che offre il proprio mercato sviluppando un sistema che sia capace di essere ben presente sul mercato e dall’altro di far sì che una volta che un cliente entri in contatto con la tua attività ne rimanga colpito.

Gli elementi essenziali per far crescere il proprio business sono quindi utilizzare tutte le leve per aumentare le vendite e rendere il tuo cliente pienamente soddisfatto. Vediamole entrambe:

7 STRATEGIE PER AUMENTARE LE VENDITE

1.Vendi di più: 

La prima cosa a cui penare e anche la più ovvia è lavorare per trovare più clienti. In questo caso quello a cui devi continuamente pensare è a come puoi attirare pi clienti. A seconda del tuo tipo di attività trovare quelle modalità che possono permetterti di entrare in contatto con nuova clientela.

2. VENDI PIÙ SPESSO AI CLIENTI GIÀ ACQUISITI:

Puoi anche pensare alle occasioni in cui si vendono i tuoi prodotti e aumentare le tue vendite per sfruttare le altre occasioni di vendita di prodotti simili ai tuoi.

Se hai già una clientela che ti cerca online per comprare viaggi di turismo d’avventura, puoi organizzare viaggi per lavoro da vendere ai clienti o viaggi di nozze.

Quali altre occasioni d’acquisto puoi individuare per il tuo prodotto?

3. Vendi qualcos’altro: 

Oltre a ricercare nuovi clienti puoi far crescere il tuo business anche vendendo più spesso a coloro che sono già tuoi clienti. Se infatti trovare nuovi clienti e ottenere la loro fiducia per fare un acquisto è un’attività onerosa, vendere altri prodotti a clienti già acquisiti è un’attività più semplice. Se quindi per esempio hai un’attività online di vendita di canne da pesca potrebbe essere interessato il tuo cliente a viaggi per concorsi di pesca, altri prodotto per l’abbigliamento specializzato per la stessa attività, libri o abbonamenti a riviste del settore e tanto altro.

Chiediti quindi sempre cosa può interessare al tuo cliente oltre a ciò che gli vendi già. Consideralo che in questo modo non solo aumenti le tue vendite senza appesantire la tua attività, ma anche dai un servizio in più al tuo cliente.

4. CONCLUDI VENDITE PIù CONSISTENTI:

Sui tuoi clienti già acquisiti come puoi aumentare il valore dei loro acquisti? Puoi incentivare l’acquisto di più prodotti a fronte di un qualche sconto, oppure puoi presentare un prodotto ancora più bello e venderlo ad un prezzo più alto. Qui devi concentrati su come puoi migliorare la vendita media.

Se vendi pantaloni online su misura puoi fare una campagna di vendita per acquistare due pantaloni di colori diversi facendo uno sconto.

5. AUMENTA I PREZZI:

Forse il modo più semplice per aumentare le vendite consiste semplicemente per aumentare il prezzo del prodotto o servizio che stai offrendo. Il problema diventa come giustificare l’aumento ai tuoi clienti. Un aumento va giustificato con un aumento percepito del valore della tua offerta. Considera anche il prezzo è anche da paragonare al prezzo di mercato. Devi trovare un modo per differenziare la tua offerta da quella dei tuoi competitor nella testa dei tuoi clienti. Dipende dal prodotto che fai individuare cosa poter migliorare se nella confezione, nella qualità sostanziale del prodotto, nel marketing.

6. CONCLUDI VENDITE PIù REDDITIZIE:

Oltre a preoccuparci di aumentare le vendite va anche valutato il tipo di vendita per assicurarci che possiamo massimizzare la redditività di ogni prodotto che abbiamo. Per fare questo dobbiamo analizzare sia le vendite ai singoli clienti per notare a chi vendi più facilmente e con chi ci sono più rimostranze. Poi va anche fatta una scelta sui prodotti. Ce ne saranno alcuni che sono più remunerativi e altri in cui meno perché sono più in concorrenza con altri prodotti di altre aziende o perché hanno una scarsa rotazione altri dove invece ci sono buone marginalità. Concentrati su come puoi vendere di più queste ultime.

7. RIDUCI I COSTI DI VENDITA

La salute finanziaria di ogni azienda dipende anche dal costo di acquisizione di nuovi clienti. Qual’è il tuo? Analizza i tuoi processi di vendita. Ti occupi della vendita in prima persona o utilizzi canali di distribuzione indipendenti? Se paghi delle commissioni, queste sono da adeguare? Sono abbastanza alte da attirare rappresentanti capaci e abbastanza basse da essere per te sostenibili? Fornisci adeguato supporto alla forza vendita? Utilizzi materiale pubblicitario e di marketing eccellente con opuscoli cataloghi e così via? Massimizzi il guadagno delle spese di pubblicità e promozione?

Cerca continuamente il modo per aumentare le entrate, sia lorde che nette. Ricorda che nell’ambiente altamente competitivo nel quale operi oggi, non esiste niente che rimanga fermo e mantenga lo status quo. Sei sempre in movimento. l’unica domanda è: ti stai muovendo in avanti o all’indietro? La determinante fondamentale della direzione in cui ti muoverai sarà la tua abilità di far crescere le entrate e i profitti.

I 4 LIVELLI DELLA SODDISFAZIONE DEI TUOI CLIENTI

Soddisfare i propri clienti è il modo per assicurare alla tua azienda un futuro. Un cliente soddisfatto infatti è il modo per assicurarti il suo ritorno per i prossimi suoi acquisti ma anche il modo attraverso cui potrei allargare il numero di tuoi acquirenti attraverso il passaparola.

Ecco il 4 livelli diversi di soddisfazione:

soddisfare le aspettative dei clienti

Questo è il livello minimo. Per sopravvivere è necessario che quanto meno il cliente sia soddisfatto rispetto alle aspettative. Cioè i clienti, in questo caso, non si lamentano del prodotto e, per il momento, si mostrano soddisfatti.

Il problema che a questo livello non sei riuscito a fidelizzare il tuo cliente. Se un concorrente è capace di offrire di più rispetto alla semplice soddisfazione avrai perso il cliente.

O semplicemente se una volta sbagli qualcosa, hai perso il cliente. Soddisfare semplicemente le aspettative crea un rapporto molto leggero con il cliente.

Che cosa si aspettano i tuoi clienti da te? Dovresti essere molto chiaro a tale proposito e devi fare ogni sforzo almeno per soddisfare le loro aspettative.

SUPERARE LE ASPETTATIVE DEI CLIENTI

Si raggiunge un livello superiore di soddisfazione dei clienti sorprendendoli, andando oltre le loro aspettative. Dare un servizio veloce e cortese, seguito da una telefonata per accertarsi che tutto sia andato bene, potrebbe inserirti in questa categoria. Anche un prodotto o servizio di gran lunga superiore rispetto a quelli della concorrenza.

in questo caso si va oltre la semplice soddisfazione. Il cliente che resta positivamente sorpresa del prodotto o servizio che offri tende a fidelizzarsi. Farà in modo di cercarti nuovamente quando avrà lo stesso bisogno e farà crescere il tuo reddito.

Puoi sorprendere dando un omaggio che non si aspetta o un servizio del tutto inaspettato.

Come potresti superare le aspettative dei tuoi clienti?

emoziona i tuoi clienti

Quando dai un livello di servizio che non solo ha soddisfatto le aspettative o superate ma ha proprio raggiunto un livello emozionale. Quel livello di servizio che ti ha toccato emozionalmente. Se riesci a far emozionare davvero i tuoi clienti sarà difficile per i concorrenti “espugnare” i tuoi prodotti o servizi.

Il livello di soddisfazione è collegato al livello di reddito. Quanto più riesci ad emozionare il tuo cliente tanto più sarai capace di produrre redditi elevati.

Per riuscire a deliziare il tuo cliente devi fare qualcosa che gli dimostra che ti sta a cuore davvero. Un pensiero per il compleanno o un’informazione che gli può essere d’aiuto in un momento inaspettato. Sono tante le cose a cui puoi pensare per fare emozionare il cliente.

Cosa potresti fare per deliziare il tuo cliente?

stupisci i clienti

Il quarto livello della customer satisfaction è di lasciare il tuo cliente letteralmente stupefarlo. Quando sarai nelle condizioni di letteralmente superarlo il tuo cliente ti sarai creato la strada per occupare una posizione dominante nel tuo mercato. Ti sarai garantito la possibilità di acquisire una posizione dominante sul mercato e realizzerai notevoli tassi di crescita delle entrate e dei margini di profitto.

Prendi in esame la tua attività. Come potresti stupire i tuoi clienti? L’unico limite è la tua immaginazione.

Con questo post mi auguro ti sia fatto un’idea più chiara di quello che può fare un business coach a partire da te e per migliorare le performance della tua attività per ogni ulteriore richiesta puoi chiedere informazioni nel form dei contatti. 

 

 

 

 

 

Leave your thought