02 Ott 2018
Rate this post

Uno dei più belli esempi di sinergia è il risultato della sessione di musica organizzata da Miles per l’incisione di un disco che ancora, dopo 50 anni, vende migliaia di copie a settimana: “Kind of Blue”. È un disco che è nato da una improvvisazione di grandi nomi Jazz che per un pomeriggio in uno studio di registrazione si è creata una sinergia tra i veri componenti del gruppo eccezionale tale da tirar fuori un vero e proprio capolavoro.

Un pomeriggio di eccezionale sinergia!

C’erano in quello studio di registrazione nomi importantissimi del Jazz internazionale come Bill Evans, John Coltrane e altri ognuno con la sua grande esperienza ma quello che sono riusciti a fare quel giorno è stato molto di più della somma della loro bravura.

Si sono trovati ad improvvisare i più grandi musicisti, ognuno con il proprio strumento, e hanno interagito a vicenda in modo da fondere le loro singole caratteristiche distintive. Differenze non solo date dall’utilizzo di diversi strumenti  ma anche diversi in stile musicale.

I 3 elementi essenziali per creare Sinergia

Perché si crei Sinergia sono necessari tre elementi chiave:

1. Diversità: C’è sinergia se quelle persone che fanno parte del gruppo sono molto diverse tra loro, ma hanno talenti complementari. Anche per i Beatles fu lo stesso. Il lavoro creativo viene fuori da un lavoro in cui le differenti personalità si mettono insieme per creare un qualcosa che è molto più grande di quanto potrebbero fare singolarmente le persone coinvolte. C’è infatti complementarietà.

2. Dinamicità: I gruppi creativi sono dinamici. La diversità è importante ma non è abbastanza. La differenza può infatti essere un ostacolo. I gruppi creativi fanno in modo di usare la diversità come una forza e non una debolezza. Hanno un processo attraverso cui le loro competenze sono complementari e si compensano a vicenda. Sono capaci di sfidarsi a vicenda da pari e prendere le critiche ricevute come un incentivo per superare le proprie sfide.

3. Distinzione: I team creativi sono composti da persone ben distinte. Sono diverse dalle persone che eseguono un incarico. Dagli incaricati che devono eseguire un lavoro. Queste persone infatti fanno un lavoro che teoricamente dovrebbe essere interscambiabile. I team creativi invece hanno una personalità specifica ben distinta. E sono insieme fino a quando non hanno raggiunto il loro scopo preciso.

La sinergia in azienda

In una azienda è come in un concerto, è importante che vengano rispettate le stesse regole che valgono per un gruppo musicale. Bisogna che ci siano gli stessi elementi chiave che ho descritto sopra riadattando naturalmente alle esigenze aziendali. Diversità, Dinamicità e Distinzione vanno rispettate esattamente allo stesso modo.

Per creare un team efficiente in una azienda bisogna che ci siano però delle competenze ben precise. Non esiste infatti salvo rari casi in cui tipo di business e founder molto competente riesce a far fronte a tutte le esigenze del team.

Il alternativa bisogna che in un’azienda si costituisca un team e se vuoi che davvero funzioni bisogna che si crei sinergia tra di loro per ottenere il massimo dei risultati dalla tua azienda.

Ti renderai conto lavorando che non sarai veramente pronto fina quando non avrai davvero costituito il tuo team e sarai riuscito a renderlo capace di funzionare perfettamente ottenendo quel risultato tipico delle sinergia che è superiore rispetto alla somma delle diverse competenze.

Leggi anche a questo proposito: Self made man non hai speranze!

 

I 5 elementi fondamentali di un team

1.Il visionario – chi è focalizzato sul macro-quadro ed è bravo a delegare, abituato a lavorare tanto e può comunicare la visione del business e portare a nuove partnership. Solitamente è il ruolo del founder. È colui che ha chiaro dove vuole portare il business ed è importante che mantenga la visione della parte strategica del lavoro.

È molto alto infatti il rischio che il team si lasci assorbire dalle problematiche della quotidianità e perda di vista invece la direzione. Il leader invece è fondamentale, per la riuscita dell’intero progetto, che mantenga il focus sulla vision . Se sei tu quindi il founder tieni presente che è tuo compito preservarti dal quotidiano e delegare iper quanto possibile per mantenere la vision della tua impresa. Non dico di fare solo quello ma di mantenere il focus…

Leggi anche: La leadership si può imparare, non imitare!

2. A graphic designer – È la figura che deve trasformare la vision, quindi il progetto di business e in particolare il messaggio in forma grafica. Crea quindi le brochure, siti web, modelli per la vendita, biglietti fa visita e fa sì che un progetto di business diventi tangibile.

Spesso un vecchio modo di fare business considera questa competenza secondaria. Che la grafica siano degli aspetti secondari rispetto ad un progetto di business. Un progetto  ben fatto graficamente può fare la differenza con clienti o investitori.

3. Un venditore – La vendita è una competenza strategica in ogni business. È importante che il venditore in azienda sia una persona molto capace. Quando la forza vendita funziona il business è già per metà avviato. È una competenza fondamentale è importante che anche tu prendessi confidenza con questa competenza. Nessuno è più convincente di un founder appassionato del proprio progetto.

4. Un “tuttofare” – È importante che qualcuno sia sempre capace di intervenire sulle attività degli altri. È qualcuno che non eccezionale in niente in particolare ma che è capace di portare avanti comunque abbastanza bene molte operazioni in azienda. Sono persone di grande talento. Hanno capacità di organizzarsi, sono flessibili e semplici e molto attenti ai particolari. Possono anche fare registrazione di dati all’occorrenza, possono fare chiamate di assistenza alla clientela e orinare le necessità oltre a prenotare voli o ancora, è capace di risolvere problemi tecnici con software e hardware e se non riesce a risolverli a trovare chi è capace.

5. Un mentore – Una persona fuori dal business, di successo, saggio e disponibile velocemente al momento del bisogno e capace di ascoltare in ogni momento della giornata. Dalla mattina fino a notte fonda sempre pronto a parlare davanti ad un buon bicchiere di vino. Questo ruolo può anche essere messo in piedi da un gruppo di persone che insieme farebbero “sinergia”. I questo caso si tratterebbe di costituire un master Mind.

Leggi anche Scopri cos’è un Master Mind

Queste competenze se ben convivono all’interno di un team se rispettano gli elementi chiave indicati sopra, sono capaci di fare sinergie e conseguentemente valore all’azienda.

 

 

Leave your thought