02 Dic 2018
Rate this post

Di successo si sente spesso parlare in termini molto semplici e rassicuranti con il rischio di far pensare che il percorso sia un successo lineare. Si presume che ci siano degli steps da superare e che, quindi, il percorso sia per ognuno abbastanza prevedibile. Una formula matematica. Se compi queste date azioni otterrai questi altri risultati. A + B = C.

lineare? una possibilità remota

Se, però, approfondisci con persone che hanno raggiunto il proprio successo spesso il percorso che hanno vissuto sulla loro pelle  è tutt’altro che lineare. Al contrario le occasioni e i momenti di cambiamento si sono presentati in modo del tutto inaspettato.

Sono uno a cui piacciono le cose lineari e mi piacerebbe poter avere per me e trasferire in questo blog un percorso si può seguire. Un percorso lineare da intraprendere per raggiungere i propri obiettivi professionali; Individuare una fase uno, poi la fase due, tre e così via. Del resto è anche molto rassicurante poter seguire delle istruzioni di montaggio di Ikea modello Ikea.

Il percorso ideale che mi piacerebbe indicare sarebbe cosi:

1: Individuare l’idea di business coerente con le proprie passioni e interessi.

2: Progettazione dell’idea di business.

3. Lancio del business

4. Ampliamento scalare del business

5. Consolidamento

6. Exit.

Brutta notizia: Un percorso del genere semplicemente non è reale.

Più probabilmente un business che ha ottenuto successo avrà rivisto tre volte la sua idea di business. Ripetendo quindi tre volte la fase 1 e 2. Scoprendo sulla propria pelle nuove competenze che intanto ha sviluppato e abbandonando altri aspetti che invece non hanno dato risultati sperati. Poi si sarà presenta un’occasione che ha portato direttamente alla progettazione e al lancio di qualcosa di completamente diverso rispetto a quello che fatto ad allora. Tuto si blocca nuovamente fino a quando da un incontro fortuito ottieni un appuntamento con un investitore estero e propone di finanziare il progetto in un altro paese. Che finalmente apprezza il prodotto e in paio di anni si cominciano a vedere i primi utili aziendali.

il percorso normale

Di solito iniziamo dalle nostre passioni ma la strada spesso è molto più fantasiosa di come possiamo mai immaginare. Per questo è sempre bene stare aperti a ciò che accade a noi e anche  tenere sempre alta l’attenzione agli avvenimenti intorno a noi. Le opportunità sono sempre quelle che ci concedono la possibilità di fare i passi avanti.

Bisogna aspettarsi in un iter lavorativo normale un costante processo di improvvisazione tra gli interessi, la personalità e le competenze da un lato e circostanze ed opportunità dall’altra. L’una ha effetti sull’altra. Noi influiamo sugli eventi per il livello di energia che mettiamo nel portare avanti i nostri impegni e a trovarcene di nuovi. Gli aventi, a loro volta, sono l’occasione concreta per far evolvere i progetti.

Un metodo, quindi, più funzionale per ottenere risultati in un sistema assolutamente imprevedibile è: avere sempre degli obiettivi chiari ma essere sempre attenti alle occasioni che si presentano e a come possono essere una opportunità per noi. Come possono essere funzionali ai nostri obiettivi.

Qualsiasi percorso tu stia vivendo in questo momento non considerarlo mai una fase di stallo fino a quando anche la situazione meno comoda può essere considerata una fase di apprendimento. Il momento di svolta. l’opportunità potrà sempre presentarsi da un momento all’altro e nel modo più inaspettato. La realtà ha molta più fantasia di quanta ne possiamo avere noi.

Cosa aspettarsi

Dimentica di percorrere un percorso lineare verso la riuscita del tuo progetto perché sarà molto improbabile realtà.

Considera al contrario perfettamente normale poter fare qualcosa a cui inizialmente non avevi completamente pensato e che probabilmente invece è del tutto coerente con quelle tue capacità e competenze che non avevi mai saputo sfruttare e di cui non ti eri proprio accorto di possedere e di poter sfruttare.

È possibile anche che i tuoi studi precedenti è probabile che non saranno coerenti con le scelte che farai sui tuoi impegni futuri ma ti avranno sempre dato l’opportunità di aver potuto individuare una opportunità privilegiato dal quel punto di vista che hai studiato.

Del resto le scuole sono organizzate presupponendo che sia un processo lineare quello della formazione di una carriera lavorativa. Ci insegnano che c’è un modo di fare le cose e che se passi tutti gli esami avrai il successo garantito. Il che naturalmente può verificarsi ma non è detto da nessuna parte che sia realmente così. Così come non è detto che chi non ha passato tutti quegli esami non sia riuscito nella propria vita lavorativa.

I risultati nel proprio business vengono dall’aver saputo sfruttare le proprie inclinazioni, dalla motivazione dall’abilità di saper riconoscere e sfruttare le opportunità, dal saper imparare dagli errori e saper lavorare duramente.

Ognuno ha il suo punto di partenza, qualcuno ha una visione fin dall’inizio di vuole essere dopo alcuni anni qualcun altro ha solo una vaga sensazione se è lontano o vicino dalla propria direzione e ne capirà di più col passare del tempo.

Quindi resta fluido. Ascolta la voce del tuo intuito e non perdere la speranza quando di capitano momenti di totale stallo; potrebbero essere preludio di nuovi avanzamenti.

Leave your thought